logo mckenzie institute itala

The McKenzie Institute Italia

Centro per lo studio post-diploma della Terapia Meccanica Vertebrale

Consulenti nel trattamento e prevenzione del Mal di Schiena

logo mckenzie international

VALUTA DI CHE MAL DI COLLO SOFFRI

DI QUALE MALE AL COLLO SOFFRI?

Da tanto soffri di “cervicale”, i dolori vanno e vengono, ma ti sembra che, da un po’ di tempo a questa parte vengano più facilmente e se ne vadano più lentamente. Hai letto tanto a riguardo ma non ne hai tratto soddisfazione, soprattutto perché non riesci a capire a fondo la causa dei tuoi dolori; perché mi vengono? A volte ti stupisci anche quando se ne vanno, perché ti sembra che scompaiano indipendentemente dalle cure che fai.
Il tuo è un problema molto diffuso. In tutto il mondo.
Nel caso in cui il dolore non si possa attribuire ad un trauma improvviso (come il cosiddetto “colpo di frusta”), le cause del dolore sono da ricercare nelle errate posizioni che tutti i giorni ognuno di noi assume, costringendo la colonna vertebrale a posizioni innaturali.

Il dolore nasce quando l’articolazione che unisce due vertebre è in una posizione che stira eccessivamente i tessuti molli circostanti. Molto spesso, l’eccessivo stiramento può essere causato semplicemente da posizioni sbagliate. Le posture scorrette sottopongono il collo a una tensione non grave (meno brusca rispetto ad un trauma improvviso), ma prolungata nel tempo. La reazione del nostro corpo a queste posture è la produzione di dolore, la cosiddetta cervicalgia (dolore al collo).

Dal collo poi, il dolore si può irradiare alla parte superiore di entrambe le spalle o alle scapole, oppure può proseguire fino al gomito, al polso e alla mano, provocando formicolii e intorpidimento. In alcune persone può provocare dolore al capo. Lo spostarsi del dolore o dei sintomi lontano dalla colonna vertebrale, da dove originano, è significativo di un peggioramento.

Prova a compilare l’ “Auto test del tuo collo” per verificare quale può il meccanismo che sta alla base del tuo dolore.
Vai nel Area Mal di collo autotrattamento saranno evidenziate le attenzioni posturali e gli esercizi da svolgere per prenderti cura del tuo collo.

  1. Vi sono momenti durante la giornata, movimenti o posizioni che assumi, che fanno scomparire completamente il dolore, anche solo per pochi minuti?
  2. Puoi escludere di produrti formicolii alle mani e/o alle gambe , se fletti la colonna cervicale, ad esempio guardando in basso?
  3. Puoi escludere di soffrire di vertigini, senza avere male al collo?
  4. Il riposo notturno dà sollievo ai tuoi sintomi?
  5. Hai più di 15 anni?
  6. Puoi escludere di aver avuto, nei giorni immediatamente precedenti all’insorgenza dei tuoi sintomi, un trauma alla tua colonna?
  7. Puoi escludere di aver provato la sensazione di non riuscire a comandare adeguatamente le gambe, che si muovono a scatti (cammino in coordinato - spastico)?
Nel caso in cui tu risponda negativamente a una di queste domande, consulta subito il tuo medico

CHE SINDROME DA MAL DI COLLO SOFFRI?

N.B. questo test NON vuole fornirvi una diagnosi medica, ma verificare la probabilità che avete di appartenere ad una sindrome o ad un'altra. Se soffrite di mal di collo per prima cosa necessitate di una visita medica.

Barrare una sola delle risposte, sommare i punti corrispondenti, confrontate la somma ottenuta con i risultati.

  1. Quanti anni hai?
    • meno di 30 anni, 1 punto
    • tra 30 e 55 anni, 5 punti
    • più di 55 anni, 4 punti

  2. Quando hai dolore, per aiutarti preferisci:
    • mantenere una posizione fissa (ad esempio sdraiarti immobile): punti 4
    • cambiare frequentemente posizione: 2 punti

  3. Come si produce il dolore?
    • mentre muovete il collo (ad es. mentre alzate la testa dal cuscino, mentre sollevate la testa dopo aver guardato in basso) 6 punti
    • quando raggiungete la massima articolarità che è consentita (ad es. quando siete, parcheggiando l’auto, alla massima rotazione), 4 punti
    • quando mantenete una posizione per un periodo di tempo prolungato (ad es. stando seduti al computer), 1 punto

  4. Quale è la zona più lontana dalla colonna vertebrale ove avvertite i sintomi?
    • i sintomi sono vicino alla colonna e compaiono sia in zona cervicale che toracica che lombare, 1 punto
    • zona cervicale solamente, 2 punti
    • zona cervicale che si irradiano ma non al di sotto del gomito, 3 punti
    • zona cervicale che si irradiano al di sotto del gomito, 4 punti
    • i sintomi si spostano avvicinandosi ed allontanandosi dalla colonna vertebrale, 5 punti
    • i sintomi coinvolgono solo il cranio, è presente nausea e/o vertigini, senza che il collo faccia male, vai direttamente ai risultati

  5. Il dolore si accompagna all'impossibilità ad effettuare alcuni movimenti o ad un blocco/rigidità della cervicale?
    • sì, punti 4
    • no, punti 1

  6. Il dolore si modifica come sede e/o si riduce di intensità effettuando dei movimenti o mantenendo certe posizioni con la colonna cervicale?
    • sì, punti 2
    • no, vai direttamente ai risultati

  7. Se vi sono dei movimenti che producono il vostro dolore, il dolore viene prodotto ogni volta che effettuate quel movimento?
    • sì, punti 2
    • no, alle volte me lo produce ed altre no, punti 4
    • alle volte lo produce in zone diverse del mio corpo, punti 5

  8. Se è il mantenere una posizione che vi produce dolore (ad es. stare seduto, in piedi o sdraiato), il dolore rimane dopo che avete cambiato posizione?
    • sì, punti 5
    • no, punti 1

  9. Se è effettuare uno o più movimenti (ad es. guardare in basso, guardare in alto, ruotare la testa) che vi produce dolore, questo rimane quando ritornate in posizione di partenza?
    • sì, punti 5
    • no, punti 2

  10. Tossire o starnutire produce od aumenta i tuoi dolori o sintomi?
    • sì, punti 4
    • no, punti 1

RISULTATI: Se hai risposto positivamente alle domande 4f e 6b, consulta al più presto il tuo medico

Punteggio sino a 14: sindrome da postura.
Stai sforzando la tua colonna cervicale ma ancora non sono avvenute modificazioni patologiche, aiutala stando ben attento alla sua postura, cerca di condurre una vita meno sedentaria

Punteggio tra 14 e 21: sindrome da disfunzione.
Hai abusato della tua colonna cervicale, questa è guarita, ma non è più forte come una volta, occorre studiare un piano di esercizi terapeutici per rinforzarla. Inizia usando l’esercizio che ti produce il dolore quando arrivi alla fine del movimento, il dolore dovrebbe sciogliersi in due settimane di esercitazioni. Ricorda che una colonna meno abile a resistere alle sollecitazioni, deve essere aiutata mantenendola in una posizione corretta.

Punteggio maggiore di 21: sindrome da derangement.
Le strutture della tua colonna cervicale si distorcono con facilità, agisci adesso. Ti saranno necessari sia controllo posturale che esercitazioni terapeutiche.

CONFERENZA INTERNAZIONALE 2015